Wine&Wedding si presenta a New York
08 mar 2013

Wine&Wedding si presenta a New York

Wine&Wedding si presenta a New York: “Siamo la risposta giusta per un destination wedding di lusso e made in Italy”

Un mercato florido, quello del wedding in Usa che mantiene una costante negli anni nonostante la crisi globale e che interessa anche l’Italia. Il prossimo 28 marzo il New York Magazine ospiterà Wine&Wedding nel suo esclusivo appuntamento bridal.

Quando si parla di matrimoni, si sa non si bada a spese e gli americani, come al solito, stupiscono: il 46% dei matrimoni celebrati ogni anno negli States è assimilabile – per spesa effettuata – al segmento luxury, un’industria che vale, solo per il wedding, oltre 9 miliardi di dollari, una cifra da capogiro.

Il dato interessante per noi italiani è certamente il fatto che tra le mete preferite delle 85mila coppie americane che scelgono un weekend fuori porta per celebrare le proprie nozze, investendo nell’evento una cifra che si aggira intorno ai 100 mila dollari, c’è l’Italia, amata soprattutto per il buon cibo, il vino, le “città degli innamorati” (Venezia, Verona, Roma e Firenze) e i resorts dai panorami mozzafiato.

Facile immaginare di spendere tanto, se si immagina che il numero medio degli invitati ad un matrimonio è 141 e che solo per l’affitto della location le brides-to-be sono disposte a sborsare in media 12 mila dollari. Un business, tra l’altro, in crescita e destinato a diventare un segmento di assoluto interesse per la ricettività e per il turismo di livello nel nostro Paese.

Un’occasione imprenditoriale presa al volo da Wine&Wedding che proprio sulla promozione dell’italian style wedding punta l’intero piatto della scommessa: “Abbiamo selezionato le migliori strutture sul territorio nazionale specializzate in matrimoni fuori porta “Italian style” – ha raccontato l’AD Giovanna Dello Iacono – garantendo così il rispetto di standard di altissima qualità per ospitalità e servizi delle strutture del network, perché certifichiamo O.W.C. (Outdoor Wedding Certificate) i nostri Resorts della rete come strutture specializzate per lʼorganizzazione di destination weddings”.

Wine&Wedding è però un progetto complesso: una rete di lussuose wineries, produttrici di etichette di prestigio che completano l’offerta dei prodotti di Bacco con eccellenti strutture ricettive, i Wine Resorts, appunto, dedicate all’ozio e al relax più eleganti accostati ad una lunga serie diservizi per gli sposi, a partire da percorsi benessere prewedding con trattamenti al vino o addirittura giri in elicottero sorvolando gli splendidi vigneti, dalle colline del Barolo nelle Langhe all’affascinante Franciacorta del Nord, dal Montalcino al Chianti, al Sangiovese fino al Montepulciano d’Abruzzo, per proseguire al sud, attraversando i vivaci terroir dell’Aglianico, il Nero d’Avola e il Nerello Mascalese, stagliati su uno dei panorami più suggestivi, quello della Sicilia, di per sé già matrimonio tra oriente ed occidente.

Un business che presenta già – a meno di un anno dalla nascita – un bilancio positivo: “La nostra Guidebook 2013 sarà presentata in anteprima esclusiva a Manhattan nella fiera New York Weddings Event (organizzata dal NY Magazine), dove saremo presenti come unici rappresentanti italiani – racconta ancora Giovanna Dello Iacono – per il secondo anno consecutivo ci attende poi l’appuntamento a Sì Sposaitalia Collezioni di Milano, il palcoscenico internazionale sul quale saranno svelate tutte le tendenze in fatto di abiti ed accessori da cerimonia per il 2014, ma il fatto più importante è che il nostro portale www.wineweddingitaly.com, in italiano ed inglese, è diventato già un punto di riferimento per il destination wedding in Italia, tanto da essere citato da Vogue Sposa come riferimento per il matrimonio in vigna.*

I dati sui matrimoni Usa sono stati tratti da The Knot Releases 2011 Real Wedding Survey

* Vogue Sposa, Il Matrimonio Perfetto 2013 pagg. 92/93