Un Corredo degno di Lucrezia Borgia
07 ott 2013

Un Corredo degno di Lucrezia Borgia

Un Corredo degno di Lucrezia Borgia

Una delle tradizioni italiane più importanti negli anni passati era quella di arrivare al giorno del matrimonio con un corredo di lenzuola e filati pronto per la nuova casa. Oggi i tempi sono cambiati, ma i brand italiani dei filati sono ancora tra i più ricercati del mondo.

Sono lontani ormai i tempi in cui il corredo da sposa occupava intere stanze, veniva trasportato in processione ed esposto agli ospiti per confermare lo status di “donna-in-età-da-marito” di una futura sposa.

Se è vero che l’elenco degli elementi del corredo che Lucrezia Borgia portò in dote al marito, il duca di Ferrara, nel ‘500 è ancora custodito all’Archivio di Stato di Modena, è altrettanto vero che la tradizione della lunga preparazione di lenzuola, coperte, tovaglie e tovaglioli è ormai andata quasi perduta. Segno dei tempi, il corredo matrimoniale ha subito un’evoluzione nella direzione della praticità. Adesso si sceglie in fretta e poco prima del matrimonio.

Pratesi

Fazzini

Ma non essere tra le fortunate alle quali madri e nonne hanno preparato meravigliosi copriletto ricamati a mano non significa dover rinunciare alla bellezza di un capo pregiato e selezionato.

Mastro Raphael

Per avere della biancheria per la casa moderna, utilizzabile quotidianamente senza rinunciare all’ottima qualità dei filati italiani, ci sono diverse soluzioni.

Bellora

Fazzini, Pratesi, Mastro Raphael e Bellora, sono alcuni dei marchi che coniugano qualità e buon gusto Made in Italy, molto conosciuti anche all’estero per le forniture di filati per la casa. Inoltre, molti prestigiosi marchi della moda – Blumarine, Pignatelli, Cavalli– propongono delle collezioni per una casa griffata.

Blumarine

Carlo Pignatelli

Sarà un tocco vezzoso infine, quello di personalizzare ogni pezzo del vostro corredo sposa con le vostre iniziali, quasi un segno di noblesse tra gli… oblige di ogni perfetta padrona di casa.

Roberto Cavalli