Tessuti abiti da sposa
16 set 2013

Tessuti abiti da sposa

Abiti da sposa: per un look perfetto è necessario scegliere il tessuto giusto

Stile, taglio, tessuto, drappeggio, sono tutti fattori importanti nel determinare il miglior tessuto per un abito da sposa. Lo stesso abito potrebbe essere piuttosto diverso se realizzato in diversi tessuti, poiché ogni materiale è progettato per produrre un effetto specifico e particolare.

Se state cercando l’abito giusto per il vostro matrimonio, allora la scelta del tessuto è uno dei punti più importanti da cui iniziare. Tessuti diversi danno un aspetto unico all’abito e determineranno oltretutto il livello di comfort e persino il look generale della sposa.

Per rendere tutto più facile da individuare, le stoffe sono generalmente divise in 2 gruppi principali: strutturate e morbide. Di solito, un abito da sposa è costituito da una combinazione di più tessuti, quelli più strutturati e “forti” su elementi come il corpetto, i dettagli o la sottogonna, mentre i tessuti più morbidi andranno ad aggiungere un tocco di romanticismo ed eleganza al vostro abito da sposa.

Prima di iniziare con il più emozionante shopping della vostra vita, è ovviamente necessario decidere la data delle nozze. Il mese e la stagione del vostro matrimonio vi aiuteranno a scegliere il tessuto più adeguato per il vostro abito. Per esempio, avete bisogno di un tessuto più pesante per un mese più fresco? Oppure avete bisogno di un tessuto leggero e traspirante che vada meglio nei mesi più caldi?

Poi, c’è da tenere in considerazione la location che avete scelto. Un contesto formale di sera significa che avrete bisogno di un abito più tradizionale e certamente elegante, ad esempio in un seta o satin. Un matrimonio in spiaggia o in giardino possono invece incoraggiare a scegliere qualcosa di più morbido e leggero.
Questa è infatti una considerazione importante, perché il tessuto giusto può determinare il vostro livello di comfort e può fare (o disfare!) il giusto look di quel giorno!

Un breve glossario
Broccato: un tessuto Jacquard con disegni in rilievo, tradizionalmente usato per l’autunno e l’inverno, ora anche indossato nei mesi più caldi.

Chiffon: leggero, puro e trasparente – in seta o di rayon, con un aspetto morbido e vaporoso, spesso usato a strati per la sua trasparenza, molto usato popolare per veli, maniche e drappi.

Crêpe de Chine: un tessuto leggero, morbido e sottile con una superficie “granulosa”.

Raso duchesse: un ibrido leggero di seta e rayon (o poliestere), tessuto in una finitura satinata.

Faille: un tessuto strutturato, con una trama grossa come il nastro grosgrain, di solito abbastanza forte e consistente.

Georgette : tessuto leggero in seta con una superficie leggermente ruvida data da fili ritorti in trama ed ordito.

Organza: pregiato e puro come lo chiffon, con una struttura più sostenuta, simile in effetti ad un tulle, ma più morbido, ideale per gonne ampie, maniche a sbuffo, spalle ed intarsi.

Satin: un pesante, tessuto liscio con un alto splendore da un lato, molto comune in abiti da sposa.

Seta: il tessuto certamente più ricercato, fibra naturale e preziosa per abiti da sposa (la più costosa), ne esistono diversi tipi con diverse texture. Seta Mikado: un tipo di seta misto, di solito più pesante della seta al cento per cento.

Shantung: simile ad una seta grezza, lo shantung si caratterizza per la sua texture strofinata.

Taffetà: frusciante e leggero, con una leggera vena lucida.

Tulle: reti di seta, nylon o rayon, utilizzato principalmente per gonne e veli (si pensi ai tutù delle ballerine).

Fonti immagini:
stylishfairy.tumblr.com
stylemepretty.com
etsy.com