La primavera sboccia a tavola
07 mar 2013

La primavera sboccia a tavola

La primavera sboccia a tavola: largo ai freschi di stagione per un menu nuziale healthy and cool

La primavera è forse la stagione più amata per festeggiare un matrimonio grazie alle giornate che via, via si fanno più lunghe e calde e grazie anche ai colori vivaci di cui la natura fa sfoggio intorno a noi. Ma un matrimonio primaverile che si rispetti, oltre che a decorazioni floreali e location all’aperto, dovrà rimarcare anche sulla tavola le peculiarità della stagione che accoglierà tale evento.

Quando si organizza un matrimonio nella stagione primaverile, oltre che pensare a come sarà personalizzata la location con fiori e decorazioni adeguati, si dovrà anche prevedere un menu che accolga prodotti di stagione e sappia darne ampio risalto, proponendo agli ospiti piatti gustosi e originali. (Foto: Elissa Goodman – Pinterest)
Gli alimenti di stagione sono infatti il dono perfetto di una cucina genuina e ricca di sapore perché frutta e verdura di stagione custodiscono sapori e aroma inconfondibili che, lavorati ad arte da esperti e appassionati chef, sapranno deliziare anche i palati più esigenti. La stagione primaverile consente di spaziare tra vari alimenti e molto belli a vedersi, considerando i  colori accesi e saturi che donano ai piatti un aspetto invitante e consentono agli chef di deliziare i commensali con composizioni ricche e curate.
Abbondano nel Bel Paese in primavera le verdure novelle, come asparagi, piselli, fagiolini, carciofi, funghi prataioli, champignon, radicchi rossi, insalatine e lattughe, erbette e perfino pregiati tartufi.
Una sinfonia di colori sui piatti per chi decide di sposarsi nella stagione dei fiori, che potranno accordarsi alle nuances vivaci e brillanti scelte per allestimento floreale e la mise en place.
Spazio dunque ai deliziosi prodotti della terra da abbinare ad altrettanto gustosi primi piatti come risotti e fagottini ripieni, pietanze di carne, come arrosti accompagnati da saporite salse, pollo in crosta, prosciutto al forno o, per un menu a base di pesce, freschissimi in questa stagione alici, sogliole e merluzzi da interpretare in moltissimi modi.

E che dire poi dei formaggi, centinaia quelli della tradizione italiana, che dal mese di marzo fanno il loro ingresso trionfale sulle nostre tavole e che andranno ad arricchire il menu primaverile di un matrimonio già ricco di sapore? I prodotti caseari figli della nuova stagione sono chiamati “marzolini” nelle loro varianti da regione a regione: dal Marzolino, tipica la caciotta toscana di pecora, passando per il gorgonzola primaverile, ovvero il Marzirolo, tipico della Valtellina e finendo con la prima ricotta, la Marzotica di Puglia e la marzellina casertana fatta di  latte di pecora e capra.

Grazie alla varietà di frutti di stagione, si potrà poi spaziare molto anche nella scelta dei dolci, degna conclusione di un menu di matrimonio in primavera: albicocche, amarene, ciliegie, fragole, kiwi, mandarini costituiranno gli ingredienti principali per torte, mousse, cupcakes, cannoli, bavaresi e naturalmente per la torta nuziale.

Che si scelga una tavola romantica, classica, minimal, vintage, rustic o country chic, la primavera offre comunque moltissimi spunti per allestirla e per creare l’ambiente adeguato e accogliente per degustare piatti della tradizione italiana e, magari perché no, che accolgano anche qualche influenza fusion.

Molto importante è comunque dare la priorità a  prodotti di stagione di cui ogni regione italiana, dal nord al sud, abbonda. Ogni piatto sarà un’armonia di forme e colori e riuscirà a deliziare occhi e palato di sposi e ospiti.

 

 


Comments are closed.