Enoturismo in Campania tra gioielli e vitigni pregiati
29 mag 2013

Enoturismo in Campania tra gioielli e vitigni pregiati

Enoturismo in Campania tra città-gioiello e vitigni pregiati

Turismo e passione per il vino. Dall’unione di queste due passioni nasce l’enoturismo, un’opportunità sempre più importante sia per il wine business che per l’industria del turismo. I viticoltori trovano così un modo nuovo di allacciare importanti relazioni con i clienti ai quali viene offerta la possibilità di assaggiare grandi vini circondati d’arte, da magnifici paesaggi o immersi in città storiche, caratteristiche tali da eleggere la Campania regione perfetta per un’esperienza di wine tourism.

La Campania è una regione assolutamente presente tra le più note mete turistiche ma, curiosamente, non accade lo stesso per le mappe del vino, nelle quali troppo spesso non viene valorizzata, pur costituendo un’affascinante meta dal punto di vista vitivinicolo. I vitigni tipici sono infatti eccellenti e provengono da viti di origine greca che producono inimitabili e conosciutissimi vini rossi e bianchi. Persino lo storico romano Plinio scrisse nella sua antica enciclopedia a proposito della grandezza delle varietà dei vitigni campani.

Bianchi o rossi, ecco la top-selection dei vitigni campani
E’ forse sorprendente ma il 60% circa della produzione di vino in Campania è rappresenta dai vini bianchi: Fiano, Falanghina, Falerno (le tre F) e il Greco di Tufo rappresentano i più importanti ed allo stesso tempo, le più note varietà viticole della regione. I vini originati da questi vitigni sono tutti assolutamente fragranti e dai bouquet ricchi, secchi o vellutati.

Quanto ai rossi sicuramente è da non perdere l’Aglianico, uno degli orgogli della Campania. Questa varietà d’uve dà origine ad una eccellente produzione vinicola: il Taurasi (Aglianico minimo all’85%), che viene commercializzato solo dopo i tre anni di invecchiamento di cui almeno uno in botti di legno, trattamento che lo rende molto profumato e ricco di sfumature. L’Aglianico, piuttosto difficile da coltivare, fa nascere invece un vino vigoroso, ricco e molto strutturato.

Cosa vedere
Coloro che scelgono di trascorrere le vacanze in Campania hanno solo l’imbarazzo della scelta grazie alle numerose opportunità offerte da questa regione.
Consigliamo innanzitutto di trascorrere uno o più giorni a Napoli, città che colpisce il visitatore per la sua vivacità, per gli splendidi colori del mare, ma anche per la storia che riemerge da ogni angolo del centro storico – il più grande d’Europa, un autentico museo a  cielo aperto.

L’Area Archeologica di Pompei ed Ercolano è poi davvero imperdibile: queste antiche città furono distrutte dall’eruzione del Vesuvio del 79 dC e la lava vulcanica ha conservato perfettamente ogni  reperto, riportato alla luce solo molti secoli dopo.

Una prospettiva unica e singolare è offerta dalla Costiera Amalfitana: baie, insenature e pittoreschi paesini, che miracolosamente si aggrappano alla montagna, Sorrento, Amalfi, Ravello, Vietri sul Mare e Positano sono alcune delle perle preziose che compongono una “collana” di piccole città (12 in tutto) sulla costa.

Il Palazzo Reale di Caserta, è un altro sito Unesco, vero capolavoro di architettura e decorazione e preziosa galleria di opere d’arte. All’interno del Palazzo, i visitatori restano stupiti dal continuo susseguirsi di stucchi, bassorilievi, affreschi, sculture e intarsi. Un lavoro colossale: quattro cortili, 1200 stanze, più di 30 scale imponenti tra cui il famoso Scalone con 116 gradini, incorniciati da un immenso, splendido parco.

Relax di classe nel Wine Resort Radici
Vi piacerebbe fare un bagno in una splendida piscina con idromassaggio, dedicarvi ad una rilassante passeggiata sui pendii delle colline innevate dell’Irpinia o giocare a golf in un parco dove la natura trova la sua migliore espressione, meravigliosa tra corsi d’acqua e antichi alberi d’ulivo? Il caloroso benvenuto che riceverete è dei più esclusivi, riservato solo ai clienti del Wine Resort Radici, una splendida tenuta a Mirabella Eclano, zona di produzione del Taurasi, sito compreso in una valle circondata da vigneti di Aglianico, Greco, Fiano e Falanghina.
Ecco il miglior posto dove vivere un’esperienza di enoturismo in Campania.

Fonti immagini:
Villa San Michele by bitacorasshanty2.blogspot.com
Naples view by imgfave.com
Ponte di Gaiola by besttravelphotos.me
Positano by bluepueblo.tumblr.com
Vesuvio’s view by www.flickr. com/gab79