Dress-code di damigelle e cavalieri
04 mar 2013

Dress-code di damigelle e cavalieri

Dress-code di damigelle e cavalieri: la moda anglosassone che affascina l’Italia ha le sue regole!

Direttamente da Inghilterra e Stati Uniti arriva l’usanza del lungo corteo nuziale composto da damigelle e groomsmen, scelti tra gli amici più cari degli sposi. Ma come scegliere gli abiti che indosseranno? Ecco come costruire un perfetto e coordinato corteo nuziale.

Damigelle (Bridesmaid in inglese) e Cavalieri (o Groomsmen) costituiscono la cornice perfetta del giorno più bello per la sposa e per lo sposo e come tale non potranno certamente risultare disomogenei nel loro dress code. Decidere di impostare un corteo nuziale composto da diversi elementi, scelti tra sorelle e fratelli e tra i più cari amici degli sposi, significa pensare a degli outfits che possano risultare adeguati per tutti così da creare una perfetta armonia intorno all’altare o a qualsiasi luogo si scelga per celebrare la propria unione d’amore. Sarà onere degli sposi, una volta deciso il tema e ogni altro dettaglio del giorno del matrimonio, pensare, individualmente, a come “vestire” gli amici che saranno al loro fianco nell’attimo in cui si prometteranno eterno amore.

Must have della damigella perfetta
La sposa sceglierà un numero variabile di amiche per il suo corteo e una di loro, probabilmente sua sorella, ricoprirà il ruolo di Made of honor, ovvero di damigella d’onore, ruolo importante non solo durante il giorno del matrimonio, ma anche nel corso di tutti i preparativi. Secondo la tradizione anglosassone, infatti, sarà proprio lei ad aprire il corteo nuziale e ad organizzarne ogni dettaglio. (Foto: Stylemepretty)
Toccherà alla sposa insieme alle sue damigelle scegliere l’abito giusto per tutte, cercando di accontentare tutte, ma soprattutto proponendo una tipologia di vestito che possa risultare adatto alla maggior parte di loro.
Per quanto riguarda la forma dell’abito delle damigelle, le opzioni non mancano: dagli abiti lunghi, scivolati, stile impero, con o senza spalline, indicati per i matrimoni pomeridiani o serali, oppure tubini e tea length gown, strapless o no, per le cerimonie di giorno, specie all’aperto. Abiti da cerimonia, ovviamente, ma con un tocco speciale.
Per il colore, invece, generalmente si rimane sulle cromie del pastello che possano abbinarsi perfettamente all’abito della sposa, che è e deve restare la protagonista assoluta. Spesso è proprio quest’ultima a preferire per le sue amiche tonalità decise, come per esempio il rosso e il viola, l’importante però è che tutto risulti intonato alla decorazione floreale e si sposi a pieno col tema e con lo  stile scelto per la cerimonia. Per queste ragioni sarà la sposa ad avere l’ultima parola anche nel caso in cui le damigelle non riuscissero ad accordarsi sul giusto modello.
La damigella d’onore indosserà invece un abito diverso dal resto del corteo, che magari si differenzi solo in qualche piccolo dettaglio. Per un tocco di stile in più: la sposa regalerà alle sue damigelle un accessorio che tutte indosseranno quel giorno e costituirà un prezioso ricordo, come un braccialetto o una collana. Piccoli dettagli preziosi che vadano a completare il look per quell’importante giorno.

Groomsmen, en pendant con lo sposo
Se per le damigelle vale la regola di abbinarsi perfettamente alla sposa, distinguendosi da lei e facendola spiccare col suo abito candido, per i groomsmen non vale lo stesso principio. Reclutati tra amici e parenti più stretti dello sposo, secondo la tradizione anglosassone dagli otto ai dodici elementi, indosseranno lo stesso abito dello sposo: il tight o il mezzo tight, nel caso di cerimonie particolarmente eleganti e formali, o comunque completi en pendant con quello dello sposo, che è possibile personalizzare scegliendoli di qualche tono più chiaro o scuro. (Foto: Stylemepretty). Anche in questo caso la scelta degli abiti dei groomsmen dipende dalla tipologia di cerimonia: spesso gli sposi più giovani scelgono abiti meno formali per damigelle e groomsmen. Gli amici dello sposo potranno quindi indossare un blazer e abbinare un dettaglio che richiami l’abito dello sposo come la cravatta, il fazzoletto da taschino, perfino i calzini che, in diverse varianti di colori vivi, rappresenta un trend del momento. Per ottenere una visione d’insieme di sicuro impatto del corteo, si può anche scegliere di coordinare damigelle e groomsmen utilizzando un dettaglio che richiami il colore predominante.