Umbria

Paesaggi mutevoli e incontaminati immersi nel verde delle valli sinuose, fanno dell’Umbria una regione che non smette mai di stupire. E’ una terra in prevalenza di colline, monti, conche e fondi vallivi.

E’ posta nel cuore dello stivale ed è l’unica regione priva di sbocchi al mare; comprende il Lago Trasimeno, il maggiore lago dell’Italia centrale, nel cui territorio sono presenti, ancora oggi, i resti di insediamenti etruschi, specie nell’area di Castiglione del Lago. Dalle acque dei due laghi, si passa alle acque delle Cascate delle Marmore nei pressi di Terni, considerate tra le più belle d’Europa, che si tuffano nel fiume Nera con un salto spettacolare di 165 metri, avvolte da una vegetazione rigogliosa e meta di sportivi amanti di canoa, kajak e non solo.

Sempre in provincia di Terni vanno segnalate al turista due piccole perle: una legata alla storia e l’altra al territorio. Carsulae è un’antica cittadina romana percorsa dall’antica via Flaminia di cui sono emersi monumentali edifici pubblici e di cui rimane l’arco di S. Damiano. L’altra, legata al territorio, è la foresta fossile di Dunarobba, un raro esempio di foresta che esisteva 3 milioni di anni fa, i cui tronchi si presentano in ottimo stato di conservazione, immersi in un paesaggio lunare.

Piccola terra dai grandi sapori, l’Umbria riesce a soddisfare ogni tipo di palato: per gli amanti della carne il fiore all’occhiello è il maiale, la cui carne gli abili norcini trasformano in prelibatezze come salsicce, saporiti prosciutti e salumi, conosciuti quelli di Norcia. Dai gusti decisi i formaggi tra cui il pecorino stagionato, i caprini freschi o stagionati. Il ricco assortimento di pietanze va di pari passo con la genuinità dei prodotti della terra, tra i quali il tartufo è il principale protagonista. La varietà più diffusa è quella del tartufo nero, apprezzato come condimento per la pasta e con la selvaggina soprattutto nella zona di Norcia e Spoleto ma anche il pregiato tartufo bianco, propri della Valle Tiberina, Orvieto e Gubbio.

Il terreno umbro è particolarmente adatto alla viticoltura e il clima temperato ha donato alla terra pregiati vini bianchi e rossi doc. Tra i tanti conosciuti, l’Assisi Grechetto ed il Vino Sagrantino di Montefalco.

Read more
umbria-destinazioni
luis-tosta-259531

E’ posta nel cuore dello stivale ed è l’unica regione priva di sbocchi al mare; comprende il Lago Trasimeno, il maggiore lago dell’Italia centrale, nel cui territorio sono presenti, ancora oggi, i resti di insediamenti etruschi, specie nell’area di Castiglione del Lago.

Dalle acque dei due laghi, si passa alle acque delle Cascate delle Marmore nei pressi di Terni, considerate tra le più belle d’Europa, che si tuffano nel fiume Nera con un salto spettacolare di 165 metri, avvolte da una vegetazione rigogliosa e meta di sportivi amanti di canoa, kajak e non solo.

Sempre in provincia di Terni vanno segnalate al turista due piccole perle: una legata alla storia e l’altra al territorio. Carsulae è un’antica cittadina romana percorsa dall’antica via Flaminia di cui sono emersi monumentali edifici pubblici e di cui rimane l’arco di S. Damiano. L’altra, legata al territorio, è la foresta fossile di Dunarobba, un raro esempio di foresta che esisteva 3 milioni di anni fa, i cui tronchi si presentano in ottimo stato di conservazione, immersi in un paesaggio lunare.

Piccola terra dai grandi sapori, l’Umbria riesce a soddisfare ogni tipo di palato: per gli amanti della carne il fiore all’occhiello è il maiale, la cui carne gli abili norcini trasformano in prelibatezze come salsicce, saporiti prosciutti e salumi, conosciuti quelli di Norcia. Dai gusti decisi i formaggi tra cui il pecorino stagionato, i caprini freschi o stagionati. Il ricco assortimento di pietanze va di pari passo con la genuinità dei prodotti della terra, tra i quali il tartufo è il principale protagonista. La varietà più diffusa è quella del tartufo nero, apprezzato come condimento per la pasta e con la selvaggina soprattutto nella zona di Norcia e Spoleto ma anche il pregiato tartufo bianco, propri della Valle Tiberina, Orvieto e Gubbio.

Il terreno umbro è particolarmente adatto alla viticoltura e il clima temperato ha donato alla terra pregiati vini bianchi e rossi doc. Tra i tanti conosciuti, l’Assisi Grechetto ed il Vino Sagrantino di Montefalco.

Read more