fbpx

Venissa: gioiello nell’abbraccio fecondo della laguna
03 giu 2015

Venissa: gioiello nell’abbraccio fecondo della laguna

Venissa

Gioiello nell’abbraccio fecondo della laguna

La casa padronale col camino sporgente, le cantine, la stalla, il fienile e i depositi per gli attrezzi vi accolgono discreti, com’è nel carattere della campagna lagunare. Il Sottoportico si estende nel giardino, che romantico guarda alla laguna: la vostra cerimonia trova qui la sua scenografia emozionale, struggente nella sua intensa luce dipinta dal Tintoretto.

 

Nel Cantinone, con vista panoramica, location ideale per una cerimonia simbolica, trova casa il vostro desiderio di degustare le caratteristiche uniche del Venissa, il vino nutrito dalla laguna. La cucina esclusiva del ristorante Venissa racconta l’amore per l’acqua, l’orto e il frutteto. Il rispetto sacro per i cicli naturali accompagna la scelta delle materie prime: in ogni piatto è racchiusa l’energia vitale della genuinità di questi luoghi. Le camere dell’Ostello guardano a Venezia e a Burano: qui sarete parte del respiro di questa terra, sospesa tra acqua e cielo.

Sposarsi a Venezia

Una terra d’acqua con cui amoreggiano Luna e Scirocco. Soffiando focoso, il vento del deserto africano solleva le acque marine e, salmastro regalo di nozze, le porge alla Luna, sua pallida sposa. L’acqua alta, così fecondata dal loro amore, inonda fertile la vigna, infondendo in ogni acino un’anima divina e misteriosa. Questo sarà il nettare con cui vi disseterete, qui nella Tenuta di Venissa.

Da Burano oltrepassate il ponte di legno e giungete a Mazzorbo, la città maggiore: all’orizzonte la Serenissima, splendida, e sotto i vostri passi, i colori, i sapori e l’arte della Venezia nativa. da qui si ammirano bellissimi tramonti, quando la luna si specchia nell’acqua. Mura medievali abbracciano Venissa, risuonando del rintocco argentino del campanile trecentesco votato all’Arcangelo Michele. Ovunque pace e silenzio elevano lo spirito.